top of page

ESCURSIONE IN BARCA COSTIERA AMALFITANA

Updated: Jan 26

Dopo aver parlato degli svantaggi di un escursione a capri, vorrei oggi parlarvi dei vantaggi di un giro in barca in costiera amalfitana, a differenza del post precedente non sarò qui ad elencare le mie competenze ed opinioni. ma vorrei semplicemente accompagnarvi in un viaggio molto personale che si chiama costiera amalfitana.

solitamente il modo migliore per navigare per la costa è quello di utilizzare un gozzo tipicamente Sorrentino, ovviamente lo si può fare con ogni tipo di imbarcazione, ma è importante mantenere le tradizioni. il gozzo è tipicamente una barca lenta, che non supera i 10/12 nodi, una velocità più che sufficiente per il tipo di costa che andremo a visitare. anticamente, come mio nonno mi raccontava, da amalfi e conca partivano i gozzi

amalfi cruises boat
barca la svergongata

conca dei marini è la nostra prima fermata. con il castello Saraceno, ed alcune delle ville più famose della costa. da Sofia Loren, a Moet Chandon, passando per la villa del senatore a vita Luigi D'urso. in particolare quest'ultima villa ha ospitato moltissime personalità importanti come lady Dianae e jacqueline kennedy che cercavano nella costiera amalfitana un luogo per sfuggire dallo stress e dalla vita mondana. proseguendo una delle torri di avvistamento sovrasta il capo di conca. torri che hanno protetto la costa dall'attacco dei pirati dal IX al XVII secolo D.C.

passato il capo di conca giusto a ridosso abbiamo uno dei siti più importanti della costa,

LA GROTTA DELLO SMERALDO, accessibile e visitabile dalla piccola banchina che permette alle grandi e piccole imbarcazioni di far sbarcare tutti coloro la volessero visitare. con un piccolo contributo di 5E per persona. la storia vuole sia un pescatore amalfitano a scoprire questa meraviglia con le acque color smeraldo, che in una giornata di pioggia e forte mare vi ci trova riparo per puro caso, e ne rimase incantato dalla sua particolare colore dell'acqua.


A seguire troviamo il fiordo del furore, una piccolissima insenatura che ospita uno degli scorci più fotografati della costiera amalfitana. il fiordo oltre ad essere stato un piccolissimo villaggio di pescatori, era anche uno dei centri produttivi della carta a mano di amalfi che sfruttava il corso d'acqua che vi passava a traverso.oggi il fiordo è disabitato, ma comunque molto frequentato da turisti e locali che vogliono un luogo tranquillo e lontano dal caos delle spiagge canoniche come Amalfi o Positano. A completare il quadro, il bellissimo ponte che collega le due sponde del fiordo, alto 28 mt sopra il livello del mare è attualmente il sito di una della competizioni di tuffi acrobatici più pericolosa e famosa del mondo.

capri sunset
sunset

quasi alla fine del nostro viaggio troviamo il tratto di mare che da Praiano porta a Positano, con i suoi scorci suggestivi e le bellissime grotte completamente visitabili a nuoto, per la felicità dei viaggiatori che amano il brivido della scoperta.

e per ultima ma non meno importante, prima di ritornare in quel di Amalfi, troviamo l'isola dei Li Galli, parco marino ma anche dimora del fu ballerino russo Rudol'f Nureev che nell'isola dei galli ritrovò pace e tranquillità per esercitarsi nel suo amato balletto.

un grazie a te lettore che mi segui, e se questo articolo ti è piaciuto leggi anche il perchè sconsiglio un escursione a capri










26 views0 comments

コメント


bottom of page